News CSA Training - CSA Training

Associazione Formatori/DocentiEsperti TecniciOperatori della Sicurezza sul LavoroAziende

Vai ai contenuti

FATTURA ELETTRONICA: NIENTE SANZIONI PER LE LIEVE RITARDO.

CSA Training
Pubblicato da in Normative · 3 Agosto 2018
Niente sanzioni per chi invia con un ritardo limitato la FATTURA ELETTRONICA, purchè non abbia impatto sulla liquidazione dell’imposta versata, poiché per ragioni di tempi  tecnici dell’ITER di emissione, l’obbligo di emettere la fattura è da considerarsi flessibile.
L’agenzia delle Entrate chiarisce in termini di obbligo, la trasmissione della fattura: cioè il documento va emesso contestualmente all’operazione entro le 24 ore dal giorno della cessazione.
Però aggiunge la circolare, considerato il processo legislativo imposto, per la trasmissione delle fatture al sistema, questo periodo è da considerare elastico.
In questi casi non scatta alcuna sanzione e la fattura si considera emessa nei tempi previsti.
Nel caso di prima applicazione viene previsto un criterio di maggiore flessibilità, se il file fattura viene inviato con un leggero ritardo, comunque tale da non pregiudicare la corretta liquidazione dell’imposta non scattano le sanzioni.
A meno che la fattura elettronica non venga scartata, ci sono 5 giorni di tempo per un nuovo inoltro con emissione completa, ossia data e numero del documento originale. Se ciò non è possibile, bisogna emettere un nuovo numero e data che contenga l’indicazione di collocamento con la precedente fattura scartata, quindi si tratta di FATTURA RETTIFICATA.



Nessun commento
Torna ai contenuti