.Corso/Form. Preposto - Associazione CSA Training

Associazione Formatori/DocentiEsperti TecniciOperatori della Sicurezza sul LavoroAziende

Vai ai contenuti

.Corso/Form. Preposto

Corsi / Formaz.
                          Il corso di formazione per preposti è conforme  a quanto richiesto
dall’art. 37, comma 7, del D.Lgs. 81/2008 e dal  punto 5 dell'accordo Stato Regioni del 21/12/2011.
Il corso si propone di fornire la formazione obbligatoria ai Responsabili di funzione, servizio, area o settore, ai capireparto, capisquadra, capisala, capiturno, dal  punto 5 dell'accordo Stato Regioni del 21/12/2011. Il corso si propone di fornire la formazione obbligatoria ai Responsabili di funzione, servizio, area o settore, ai capireparto, capisquadra, capisala, capiturno, obbligatoria ai Responsabili di funzione,
servizio, area o settore, ai capireparto, capisquadra, capisala, capiturno, capocantieri etc.,
e più in generale a tutti coloro che ricadono nel ruolo di preposto, con o senza investitura formale
(quindi anche di fatto), in quanto in posizione di preminenza rispetto ad altri lavoratori, così da poter impartire ordini, istruzioni o direttive nel lavoro da eseguire.

Tali soggetti  devono organizzare o sovrintendere l’attività dei lavoratori e necessitano quindi di una formazione specifica che li metta in condizione di poter comprendere adeguatamente il proprio ruolo, i propri obblighi e responsabilità in materia di salute e sicurezza del lavoro.   Il preposto affianca il datore
di lavoro e si intende soprattutto colui che svolge, in prima persona, funzioni di CONTROLLO e SORVEGLIANZA con poteri, e di conseguenza, responsabilità più contenute rispetto al datore di
lavoro o al Responsabile S.P.P.






Il percorso formativo potrà essere svolto in modalità:
- Aula - Videoconferenza - in FAD solo 5 moduli su 8 in totale;
- Aggiornamento: Aula - Videoconferenza - FAD.

N.B.:  Si ricorda che il preposto dovrà partecipare, oltre al presente corso, anche alla formazione sulla sicurezza prevista per i lavoratori, in conformità
all'Accordo Stato Regioni del 21/12/2012, per lo specifico codice ATECO:
Il corso è rivolto ai preposti.
L'art.2 C.1 lettera e) del D.Lgs. 81/08, definisce il preposto "la persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti Il corso è rivolto ai preposti.
L'art.2 C.1 lettera e) del D.Lgs. 81/08, definisce il preposto "la persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti dei poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovraintende all'attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione  da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa"

A chi è rivolto il corso ?
Alla persona che in virtù dell’ esperienza maturata all’ interno dell’ attività lavorativa, conosce in modo approfondito il ciclo lavorativo con i relativi rischi e pericoli.

Durata?   8 ore.

Attestato di frequenza  e Verifica:
A seguito del completamento del percorso formativo con superamento con  esito positivo del test, verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
Al termine dello studio e dell'apprendimento, il partecipante dovrà sottoporsi ad una prova per verificare il grado di apprendimento, attraverso appositi test
di verifica finale.

Obblighi e sanzioni per l’inadempimento  Si ricorda che la sanzione per l’inadempimento degli obblighi di informazione, formazione e addestramento,
di cui agli articoli 36 e 37   del D.Lgs. 81/2008, consiste nell’arresto da due a quattro mesi del datore di lavoro/dirigente o nell’ammenda da 1.200 a 5.200 euro.     
Tali sanzioni si riferiscono a ciascun lavoratore interessato e quindi l'eventuale importo sanzionatorio va moltiplicato per il  numero dei lavoratori non formati.
Quale differenza c'è tra il preposto e il dirigente?
Entrambi i soggetti sono recenti introduzioni del nuovo dettato normativo in materia di sicurezza sul lavoro. Il dirigente viene definito come persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l'attività lavorativa e vigilando su di essa mentre il preposto è una persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa. La parte iniziale è comune ma la differenza in termini di attribuzioni è differente.
Il preposto alla sicurezza è infatti quel soggetto della prevenzione aziendale che ha il compito di sovrintendere all'attività lavorativa mentre il dirigente è colui il
quale attua le direttive del datore di lavoro organizzando l'attività lavorativa.
Torna ai contenuti