Info-News - CSA Training

Associazione Formatori/DocentiEsperti TecniciOperatori della Sicurezza sul LavoroAziende

Vai ai contenuti

Licenziamento/Disoccupazione

CSA Training
Pubblicato da in Quesiti Posti da esterni · 11 Agosto 2014

Quesito + Miglior Risposta
Salve ho 53 anni. Sono stato licenziato il 16/09/2013, quindi avendo superato i 50 anni sto usufruendo di 12 mesi di disoccupazione. il calcolo per sapere se si hanno i requisiti per poter percepire l'indennità di disoccupazione, mi sembra di aver capito che sono 12 mesi lavorativi negli ultimi 24 mesi nel momento del licenziamento. Se è vero questo, la mia domanda è la seguente: una eventuale riassunzione nel mese di agosto 2014 con un nuovo licenziamento nel mese di settembre 2014, essendo che nei 24 mesi precedenti (settembre 2012 settembre 2014 avrei 13 mesi di lavoro (12 mesi tra settembre 2012, settembre 2013 e 1 mese da agosto 2014 settembre 2014) e 11 mesi di disoccupazione (settembre 2013, agosto 2014), mi da diritto ad avere ancora i requisiti per poter percepire di nuovo un altro anno di indennità di disoccupazione? chiedo scusa per la complessità della domanda , ma spero di essere stato chiaro. Grazie anticipatamente per Vs risposta. cordialità

Miglior Risposta
Studio Rifici & Magistro  Risponde a quesito:
entra nel quesito posto   Licenziamento/Disoccupazione del 11-08-2014
Caro utente leggendo il suo post vorrei inanzitutto fare una premessa questo è un sistema che, si, è applicabile, ma che va ad inserirsi in logica di ragionamento, normativo e numerico, molto particolare.
Innanzitutto, la normativa vigente, che regola l’ASPI, prevede, come requisito fondamentale, che alla data del licenziamento il soggetto che presenta la domanda di beneficio abbia maturato almeno 52 settimane lavorative nel biennio precedente, ovvero un intero anno contributivo.
Alla luce di ciò, dalla sua situazione si evince che:
1)    I 12 mesi di beneficio, di cui Lei attualmente gode, scadranno a settembre 2014,  quindi in ogni caso non le converrà essere riassunto prima di tale data, poiché comporterebbe una sospensione dell’indennità in corso e quindi, nel momento in cui verrebbe licenziato, ripartirebbe la stessa ASPI per il periodo rimanente. (La sospensione viene, dalla stessa normativa, quantificata in max 180 giorni, e ciò vuol dire che per poter godere di una nuova indennità dovrebbe in ogni  caso superare i 181 giorni).
2)    Analizzando i dati forniti, la durata della  prestazione da Lei attualmente percepita e considerando i termini di sospensione di cui sopra, posso sin d’ora dirle, con profondo rammarico, che non potrà, pur facendo un’ulteriore assunzione, godere di un altro anno di indennità. Infatti per poter applicare tale ulteriore  “beneficio”, bisogna sempre mantenere il requisito del 52 settimane nell’anno precedente, ma ciò nel suo caso non è possibile, poiché  la scadenza della sua ASPI ricade precisamente al compimento dell’anno, (16-09-2013    16-09-2014),  quindi facendo lei una nuova assunzione che dovrà far partire dal 18-09-2014, ( le assunzione devono essere comunicate entro le ore 24:00 del giorno precedente ), con successivo licenziamento, le verrà sempre a mancare, il periodo utile per il mantenimento del requisito.
Come ha potuto constatare e come le dicevo in premessa è un sistema di calcolo molto particolare, e per tale motivo, necessitando oltretutto per maggiore precisione anche di ulteriori dati, la invito a contattarmi quando vuole al mio indirizzo e-mail.
Cordialmente
Studio Rifici & Magistro - Consulente del Lavoro  - Sant'Angelo di Brolo (ME)




Nessun commento
Torna ai contenuti